MANI  PER  L'INFANZIA
                                                                               



                           " Si è ricchi soltanto di ciò che si dona."

La rubrica dello psicologo


LE PAURE DEL BAMBINO NELLA FASE DELL'INCONTRO 


Può capitare di essere talmente concentrati sulle proprie emozioni da non riuscire a pensare a quali possono essere le paure del bambino che incontra per la prima volta i suoi genitori adottivi.

Come suggerisco spesso è importante fare lo sforzo di “mettersi dall’altra parte” e cercare di capire empaticamente ciò che il piccolo sta provando; è l’unica strada per mettere in atto idonee strategie per rassicurarlo e offrirgli le conferme di cui ha bisogno.

Ogni esperienza di cambiamento è destabilizzante per un bambino: può evocare curiosità, ma anche paura di perdere le poche sicurezze costruite fino a quell’istante.

Quando poi inizia la relazione con i nuovi adulti può facilmente scattare la paura di non essere accettati fino in fondo, di non soddisfare le aspettative in maniera adeguata e quindi la paura di essere nuovamente abbandonati.

Molto dipenderà dall’età del bambino al momento dell’adozione: bambini piccoli tendenzialmente si affidano più velocemente mentre quelli un po’ più grandicelli avranno bisogno di essere notevolmente rassicurati prima di compiere il grande passo di affidarsi totalmente nelle braccia di mamma e papà.

La differente lingua poi non permette di utilizzare il canale verbale e razionale per mostrare al bambino la nostra apertura, la nostra disponibilità, il nostro amore e la voglia di stare con lui.; meglio allora affidarsi ad altri canali comunicativi: saranno i piccoli gesti a fare la differenza, gli sguardi, il tono delle parole utilizzate, la mimica…

L’importante è non scoraggiarsi anche di fronte alle normali resistenze del bambino che ha bisogno davvero di tante conferme prima di potersi fidare di nuovo di adulti … adulti che già una volta lo hanno deluso nel suo bisogno d’amore …


Settembre 2016

Rigobello Maria Elisabetta, psicologa/psicoterapeuta

[email protected]